La struttura logistica è organizzata in modo tale da assicurare che il prodotto raggiunga i punti vendita nella giusta quantità e negli assortimenti, nei tempi richiesti e in condizioni igieniche e qualitative corrette.

L’assetto della struttura distributiva è costituito da:

piattaforme: strutture dislocate strategicamente sul territorio che ottimizzano i flussi logistici delle merci consentendo di effettuare il controllo della qualità e di monitorare costantemente ogni fase del processo distributivo.
Un sistema distributivo orientato alla migliore efficienza risulta di vitale importanza soprattutto per i prodotti freschi e freschissimi, che sono esposti ad un rapido deperimento.

transit point: strutture locali che intercettano il trasporto massivo delle singole referenze dotate di impianti di ventilazione per i prodotti freschi, di attività di picking e di stocking refrigerati; nelle grandi città riforniscono in modo diretto i punti di vendita della Normal Trade, Grande Distribuzione Organizzata e Distribuzione Organizzata.

parco automezzi: costituito da veicoli refrigerati di diversa dimensione e portata, funzionali sia alle consegne primarie presso piattaforme e transit point, sia che a quelle secondarie presso la GDO, DO e la vendita tradizionale al dettaglio (NT) nei centri urbani, garantendo così una copertura capillare del territorio.